I Makers e la terza rivoluzione industriale

Diotima Society/ giugno 3, 2014/ Diotima Society

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_post_title admin_label=”Titolo del Post” global_module=”1338″ title=”on” meta=”on” author=”on” date=”on” categories=”on” comments=”on” featured_image=”on” featured_placement=”below” parallax_effect=”on” parallax_method=”on” text_orientation=”left” text_color=”dark” text_background=”off” text_bg_color=”rgba(255,255,255,0.9)” title_text_color=”#e6332a” title_all_caps=”off” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” title_font=”|on|||” saved_tabs=”all” module_bg_color=”rgba(255,255,255,0)”] [/et_pb_post_title][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” text_font_size=”13″ text_line_height=”1.3em” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”]

Il 13 marzo 2014 presso la Fondazione Giannino Bassetti a Milano si è tenuto un seminario organizzato da Diotima Society, cui hanno partecipato professionisti dal mondo della consulenza, dell’università, dell’imprenditoria, oltre a imprenditori del settore, che stanno investendo in questa tecnologia.

Nel presente articolo, sono introdotti alcuni temi di particolare interesse, approfonditi nel seguito, enunciate alcune proposte operative, qui esplicate con maggior dettaglio, e infine, riportati gli interventi dei partecipanti.

Ogni partecipante è stato rappresentato tramite uno dei contributi portati.

Il paper risultante dalla giornata di studi comprende sia le tematiche di maggior interesse, che le proposte operative e la trascrizione degli interventi.

MAKERS: I TEMI
per approfondire

1. Makers: da fenomeno spontaneo a moda?
Stiamo assistendo alla nascita ovunque dei FabLab, delle palestre-laboratorio di fabbricazione digitale dove migliorare le proprie competenze e mettersi alla prova.

2. Tecnologia e società
La prima considerazione che emerge è che l’aspetto tecnologico è importante, ma non è una discriminante per gli sviluppi futuri. La diffusione di attrezzature a basso costo, software open-source, scambio di risorse on-line, i fab lab rendono facilmente disponibili le tecnologie necessarie.

3. Re-manufacturing
I makers sono progettisti autonomi e indipendenti che si interessano a modelli di business e di produzione alternativi fortemente legati alle nuove tecnologie, all’etica del do it yourself e dell’opensource.

4. Il ruolo dell’università e della formazione
Il tema dell’innovazione sistemica è strategico e coinvolge l’accademia e i professionisti che assistono le organizzazioni contribuendo ad accelerare i processi di transizione, che saranno, anche e soprattutto, di tipo culturale.

5. Il marketing e la relazione con il consumatore
Il grande tema del futuro dei makers (e con loro dell’impresa) è far sì che il know-how sia proprietario, che l’artigianalità sia di livello alto, tramite l’elicitazione dei saperi taciti, veri motori dell’unicità e dell’eccellenza. Se il prodotto è ricco d’esperienza diventa unico. Il tema, è, ancora una volta, di brand e di marketing.

6. SmartUP e nuove forme di finanziamento
Ma un design strategico, applicato al tema dei makers, ha una profonda sintonia con il concetto di SmartUP, dei “Value System” in cui il valore di riferimento è il territorio.

7. Makers e istituzioni
Per comprendere le possibili sinergie fra fenomeno dei makers e istituzioni, bisogna meglio comprendere il significato attribuito al termine makers da chi è all’interno del movimento e da chi lo osserva dall’esterno.

8. Responsabilità nell’innovazione
Su tutti i temi trattati aleggia una problematica di fondo, che non a caso è stata oggetto dell’intervento di apertura del seminario e che riportiamo qui, per suggellare e offrire un fil-rouge a tutti gli interventi: la responsabilità nell’innovazione.

PROPOSTE OPERATIVE
Dal seminario emergono delle linee guida su cui lavorare lungo tre direttrici: Place, Poiesis, Policy, qui enunciate e formulate nel paper di approfondimento.

1. PLACE
Modelli di scala – Rifunzionalizzazione del territorio – Indie Capitalism

2. POIESIS
Conoscenze tacite – Dissemination – Valore economico

3. POLICY
Education – Rappresentanza – Incentivazione

per approfondire

La versione integrale del documento è scaricabile in formato pdf.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]